Audizione Remind al Senato: Filiera Immobiliare a disposizione del Governo. Remind 14 Marzo 2021

Audizione Remind al Senato: Filiera Immobiliare a disposizione del Governo.

(DIRE, 13.03.21) – Si e’ svolta l’audizione di Remind Filiera Immobiliare presso le commissioni riunite Bilancio e Affari europei del Senato della Repubblica per fornire contributi di idee al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. L’incontro ha visto la partecipazione del presidente di Remind Filiera Immobiliare, Paolo Crisafi, dell’architetto Michele De Lucchi, premio Compasso d’Oro e Premio Buone Pratiche, di padre Graziano Sala e del vicepresidente Remind, Francesco Burrelli. Hanno supportato le azioni della delegazione di Remind i direttori di area Elisabetta Tizzoni, Eugenio Gurnari e Tommaso Accetta.
L’architetto Michele De Lucchi, tra le voci autorevoli di Remind Filiera Immobiliare, durante l’audizione ha affermato: “La Filiera Immobiliare e’ un insieme di arti, scienze e tecnologie.
Ripresa non significa solo riprendere cio’ che e’ stato abbandonato, ma anche e soprattutto un nuovo inizio, una nuova partenza. Resilienza, allo stesso modo, non vuol dire solo resistere, ma anche sapersi adattare, per sfruttare le occasioni migliori. E oggi, dopo un anno di pandemia, abbiamo l’occasione di ripartire piu’ forti, piu’ vivi, piu’ capaci. Stiamo vivendo un periodo di grandi trasformazioni, lo vediamo nella stessa filiera immobiliare, che deve essere concepita non piu’ nell’ottica di porre un mattone sopra l’altro, ma come insieme di tutte le arti, scienze e tecnologie. Sfruttiamo le potenzialita’ dell’architettura per dare vita a nuove occasioni di benessere e di socialita’. Costruire significa infatti costruire comportamenti, influenzare sistemi di vita, indicare nuovi modi di intendere le relazioni e porre in essere nuove idee per progettare le comunita’”.
Ha fatto seguito l’intervento di padre Graziano Sala, che si e’ soffermato su “dignita’, solidarieta’ e sussidiarieta’, i tre pilastri da cui ripartire”. Padre Sala ha fatto presente che “nell’ambito del Comitato Remind ‘Autori dell’Abitare’ ci siamo fermati a riflettere e a pensare: che idea di uomo e di cittadino vogliamo avere? Pensiamo a questo non come utente, ma come persona, inserito in una rete di relazioni e di rapporti umani.
Sfruttiamo l’occasione che abbiamo per ripensare le realta’ urbane in un’ottica antropologica, e poniamo la relazionalita’ e la socialita’ dell’individuo come la base su cui edificare l’immobile. Tre vie, tre stelle polari, quindi, verso cui direzionarci in questa pandemia: la via della dignita’ della persona che produce inclusione sociale, quella della solidarieta’, per guarire dal virus dell’ingiustizia e, infine, quella della sussidiarieta’ che produce assunzione di responsabilita’ da parte di tutti”.
Nel suo intervento il presidente Remind, Paolo Crisafi ha cosi’ declinato i contenuti del documento programmatico depositato presso le commissioni riunite Bilancio e Affari Europei del Senato: “Diciotto cantieri della Filiera Immobiliare a disposizione del Parlamento e del Governo Draghi.
Remind mette a disposizione le competenze e le idee contenute nei ’18 Cantieri della Filiera Immobiliare’ per andare a meglio dettagliare i temi gia’ presenti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza inserendo in tal modo elementi che possano riattivare l’economia secondo le buone pratiche nazionali e internazionali e con performance misurabili. Inoltre, tali idee potranno costituire programma alternativo a quelli gia’ esistenti qualora alcuni temi fossero ritenuti non finanziabili. È necessario utilizzare le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per migliorare la vita delle persone, i territori, le citta’ e l’ambiente costruito attraverso queste macro-aree”.
Crisafi ha poi concluso dicendo che “e’ necessario introdurre misure a sostegno della cultura, del turismo e dell’accoglienza investendo, altresi’, su innovazione, tecnologia e trasformazione digitale per le citta’ e i territori smart per uno sviluppo economico del Paese in armonia con il Creato. È necessario introdurre programmi formativi che vadano oltre l’educazione civica e che insegnino l’amore, i sentimenti e le relazioni sin dalle scuole elementari: solo cosi’ avremo adulti piu’ consapevoli ed emotivamente stabili. Anche questi aspetti sono parti fondamentali della cultura dell’abitare”.
A latere dell’incontro e’ intervenuto Francesco Burrelli, vicepresidente Remind: “E’ importante il ruolo degli amministratori di condomini per il miglior funzionamento delle citta’. Al fine di una migliore efficacia del Super Bonus e degli ulteriori bonus esistenti con un approccio unitario ‘sistema edificio’, Remind – insieme ad Anaci e alle principali sigle del settore oltre che a Fondazione Patrimonio Comune di Anci – ha raccolto l’invito delle commissioni riunite Bilancio e Ambiente della Camera per fare cultura sul provvedimento, individuando criticita’ operative/normative per trovare soluzioni e rendere maggiormente performante i provvedimenti”.