Paolo Crisafi (Remind) espone i 10 punti programmatici della filiera immobiliare per andare oltre la crisi a Sky Tg 24 – 01.08.22 Remind 1 Agosto 2022

Paolo Crisafi (Remind) espone i 10 punti programmatici della filiera immobiliare per andare oltre la crisi a Sky Tg 24 – 01.08.22

10 Punti Programmatici della Filiera Immobiliare

Remind ha elaborato i 10 Punti Programmatici della Filiera Immobiliare per lo sviluppo e la messa in sicurezza sostenibile dei territori, delle città e degli immobili, per un ambiente da difendere secondo i valori della resilienza, sostenibilità, inclusività e salubrità, per tutti, nessuno escluso, cogliendo ogni possibile opportunità di prosperità e crescita sociale, economica, ideale e culturale, in equilibrio con la bellezza del Creato.

1 – Promozione della Nuova Cultura dell’Abitare.

Proporre un habitat vicino alle reali esigenze delle persone, attraverso iniziative e programmi capaci di diffondere la cultura della sostenibilità applicata ai settori dell’edilizia e dell’immobiliare, valorizzando contenuti e progetti per strutture sicure, servizi efficienti, lavori certificati secondo standard qualificati, per ambienti urbani ad alto livello nella qualità della vita.

2 – Contenimento del caro prezzo dei Materiali e dell’Energia. Miglioramento del Super bonus.

Impegno per fermare gli aumenti dei costi di materie prime ed energia e aiutare imprese, aziende e famiglie attraverso interventi prioritari di sostegno economico e defiscalizzazione, confermando bonus e superbonus inseriti in un quadro organico e trasparente. Ulteriori premialità nei casi di approccio integrato al sistema edificio (deep-renovation sostenibile e certificata) compresa la valorizzazione del restauro sostenibile; nuove politiche per la casa secondo rinnovati principi di housing sociale, contrasto alla povertà, aiuto agli studenti fuori sede, aumento delle opportunità di crescita sociale, risanamento delle periferie urbane, efficientamento degli accessi e abbattimento delle barriere architettoniche per i diversamente abili.

3 – Condivisione di politiche per la Casa, di Coordinamento dell’Immobiliare Pubblico e di Efficientamento dei rapporti tra Stato ed Enti locali.

Istituzione e gestione di una cabina di regia che coordini i soggetti impegnati nella valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico anche attraverso un reale dialogo delle Banche dati, integrando i rapporti tra Stato centrale, Ministeri, Istituzioni, Regioni ed Enti locali, favorendo il più ampio dialogo su progetti concreti e fattibili, coinvolgendo le buone pratiche del Pubblico e del Privato per garantire tempi certi nell’esecuzione dei lavori, sostenibilità degli interventi, “messa a terra” di interventi economici produttivi sui territori.

4 – Incentivi per l’Attrattività degli Investimenti sui Territori.

Favorire il processo di delegificazione e semplificazione normativa, trasformando il quadro normativo verso requisiti di prestazione e non di prescrizione garantiti da sistemi di rendicontazione, misura e certificazione, riconoscendo la rendicontazione di oneri ambientali al pari di quelli per la sicurezza. Tale disegno va applicato anche alla effettiva capacità degli investimenti di produrre ricchezza sui territori, rimuovendo ogni possibile occasione di ritardi, lentezze burocratiche, infiltrazioni illegali.

5 – Impiego coordinato di Assicurazioni, Finanza e Servizi Immobiliari.

Sostenere la Filiera Immobiliare anche attraverso la mobilitazione di tutti i soggetti del mondo assicurativo e finanziario secondo i principi della sostenibilità e del green: ottimizzazione del consumo del suolo, tutela della biodiversità, utilizzo oculato di risorse idriche, tutela degli ecosistemi. Tali principi vanno ad aprire prospettive economiche verso la promozione della finanza verde e dei mutui verdi, incentivazione dei nuovi servizi immobiliari sostenibili e il partenariato pubblico – privato. Ciò tenendo conto il particolare ruolo delle Assicurazioni. Rendere sicuro l’impegno dei tanti operatori e professionisti del settore immobiliare.

6 – Potenziamento delle Infrastrutture.

Assicurare in tempi rapidi l’attuazione di opere pubbliche finalizzate a potenziare la rete di infrastrutture e renderla moderna e sicura. Perseguire politiche di sviluppo e incentivi alle infrastrutture strategiche per lo sviluppo dei territori con riferimento particolare a piani di sviluppo dei processi di digitalizzazione e innovazione, incentivazione delle infrastrutture digitali sul territorio nazionale per i casi di riconversione di aree industriali dismesse per promuovere altresì una nuova manifattura del dato. Definire una piattaforma pubblica della conoscenza capace di integrare catasto digitale e monitoraggio delle prestazioni in uso degli edifici. Nel complesso creare nel Paese una struttura efficiente al servizio delle comunità secondo principi di modernizzazione e valorizzazione delle tecnologie.

7 – Attuazione del PNRR con Linee Guida di Crescita Economica sostenibile, di innovazione e digitalizzazione.

Dare piena totale e incondizionata attuazione al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza secondo gli accordi in sede europea, sfruttando in pieno tutte le grandi potenzialità offerte da questo fondamentale Progetto. Attuare altresì i relativi processi di rendicontazione integrati a linee guida di crescita economica sostenibile per il raggiungimento degli obiettivi europei e il rilancio del Paese.

8 – Sviluppo del Turismo e della Cultura quali nuove frontiere dell’Immobiliare.

Incentivare obiettivi di prestazioni energetiche, ambientali e di comfort degli edifici, con riferimento particolare a quelli di valore artistico – culturale e di testimonianza storica, ponendo sempre al centro la persona nella sua visione integrale in equilibrio con sé stessa e con l’ambiente, valorizzando le radici culturali e la storia delle comunità.

Dialogo con gli Enti locali per promuovere le buone prassi del turismo,  organizzare eventi, tour, visite, iniziative in location di prestigio, integrando il patrimonio immobiliare con le occasioni di storia, cultura bellezze naturali offerte dal nostro Paese.

9 – Miglioramento della Salute e della Sicurezza delle Persone, delle Città, degli Immobili, degli Impianti e dei Trasporti.

Predisporre un quadro integrato di azioni volte alla massima resilienza e salubrità dell’ambiente urbano e delle nostre comunità per prevenire i danni causati da eventi climatici estremi, incentivando la rete di protezione civile a difesa dei territori e per interventi urgenti in caso di terremoti, inondazioni, incendi, emergenze sanitarie. Perseguire ad ogni livello e con tutti mezzi una politica finalizzata alla tutela della salute pubblica e della sicurezza, degli immobili, impianti, trasporti, viabilità, luoghi di lavoro, in una visione programmatica ma urgente degli interventi, privilegiando sempre la prevenzione.

Investimenti nelle Risorse Umane, Mentoring e coinvolgimento dei giovani nei processi lavorativi e gestionali.

Dare fiducia e coinvolgere i giovani , rivedere il loro ingresso nel mondo del lavoro, fermare la fuga dei nostri giovani dal Paese e unire didattica e processi lavorativi in un grande disegno che restituisca dignità e fiducia alle giovani generazioni e non solo, anche a tutte le categorie sociali più esposte.